ROBERTO OTTAVIANO

Il jazz è il motivo per cui noi siamo qui. Per quanto mi riguarda è la cosa che giustifica il fatto di essere arrivato a 53 anni, con gli affetti, con le convinzioni, con le cose che ho ancora da dire, con gli errori che ho fatto, con le cose belle che posso ricordare in questo momento. Ed è il jazz che mi ha portato ad essere una persona dinamica, curiosa, avventurosa, una persona che rischia, che si mette sempre in discussione, una persona che non ama tanto l’idea di fermarsi. Questo dinamismo, questa idea nomade e vagante, costantemente in movimento, pur rispettando quelle che sono le radici culturali, è il jazz. I motivetti che ti flippano nella testa di tanto in tanto, un’immagine filmica, una fotografia, un volto, un ambiente, un odore – noi musicisti ci basiamo tantissimo anche su queste cose – tutto questo per me rappresenta il jazz. (continua a pag. 215)