EMANUELE CISI

Una volta, quindici anni fa, quando noi si suonava nei club i giovani musicisti venivano sempre ad ascoltarci, così come io quando suonava Massimo Urbani ero il primo ad arrivare e l’ultimo ad andar via, oggi non è più così. Si pensa che attraverso You Tube uno possa avere la conoscenza della musica, non è così, il jazz va vissuto, dal vivo, sul palco, vedendo suonare gli altri. (continua a pag. 253)