DANILO REA

Avevamo 18 anni, avevamo appena formato il Trio di Roma e ci arrivò una telefonata del proprietario del Music Inn, Pepito Pignatelli che con la moglie Picchi gestiva il locale. Ci disse che il giorno dopo saremmo partiti per un tour di quattro concerti con Lee Konitz: noi cominciavamo allora a conoscere un po’ gli standard ma in realtà non sapevamo nulla. Dopo diciotto ore di treno, incontrammo Lee Konitz a Ragusa che durante la prova mi disse: “inizi tu con un piano solo”. Io non avevo mai fatto un piano solo in vita mia, avevo 19 anni, sai ci vuole un pochino più di esperienza per fare un piano solo, lui ci dette le direttive e iniziammo a suonare.
in una settimana imparai quello che uno potrebbe imparare in tre anni di vita. (continua a pag. 207)